NUOVI BANDI PER GLI INVESTIMENTI ICT

Nuove opportunità per gli investimenti delle aziende in campo informatico per finanziare, in particolare, la digitalizzazione e l’innovazione  delle aziende. In particolare si tratta di due bandi: Voucher per la digitalizzazione delle PMI con scadenza il 18/02/2018 promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico e Bando Por Fesr 2.3.b per il consolidamento in chiave innovativa delle PMI con scadenza 16/05/2018.

Possiamo progettare insieme il tuo nuovo modo di lavorare, creando una soluzione su misura che ti permetterà di acquisire nuovi strumenti e nuove competenze per lavorare meglio; nuovi sistemi per mettere in sicurezza i tuoi dati. 

Vediamo nel dettaglio come.

BANDO POR FESR 2.3.B PER IL CONSOLIDAMENTO IN CHIAVE INNOVATIVA DELLE PMI

Quali sono le spese finanziabili?
Sono ammissibili i progetti di soluzioni tecnologiche innovative per l'operatività di sistemi di informazione integrati quali le soluzioni Erp/Mpr, i sistemi di gestione documentali, i sistemi di customer relationship management (Crm), la tracciabilità del prodotto, le piattaforme di gestione integrata delle funzioni aziendali, gli strumenti di business intelligence e di business analytics, nonché per il commercio elettronico, la manifattura digitale, la sicurezza informatica ed il cloud computing.

Tra le spese ammissibili rientrano:
- l'acquisto e l'installazione di hardware, apparati di networking, inclusa la fornitura della tecnologia wi-fi, attrezzature, strumentazioni e dispositivi tecnologici e interattivi di comunicazione e per la fabbricazione digitale e di sistemi di sicurezza della connessione di rete;
- l'acquisto di software e licenze, di servizi di cloud computing, di registrazione di domini e di caselle di posta elettronica, limitatamente al periodo di durata del progetto, nonché l'acquisizione di servizi informatici anche per attività di controllo e monitoraggio;
- l'acquisto di sistemi informatici e telematici di gestione aziendali e per applicazioni mobili;
- servizi di consulenza concernenti l’analisi, la progettazione e lo sviluppo di sistemi informatici e telematici

Qual è l’iter per ottenere l’agevolazione?
La domanda va presentata tramite il sistema FEG dalle ore 10 del 27/03/2018 alle ore 16 del 16/05/2018.
La variabile temporale non è un parametro discriminatorio: tutte le domande pervenute, infatti, si considerano arrivate nello stesso momento. La copertura delle domande è prevista a livello regionale. Nel caso le risorse siano insufficienti a coprire tutte le domande pervenute, i fondi verranno ripartiti in proporzione alle richieste.

Qual è l’importo finanziabile?
Il limite minimo di spesa ammissibile è di 3.000 euro in caso di microimpresa (da 0 a 9 dipendenti), 6.000 euro per le piccole imprese (da 10 a 49 dipendenti), 9.000 euro per le medie imprese (da 50 a 249 dipendenti).
Il limite massimo di aiuto concedibile è di 200.000 euro.
L’intensità dell’aiuto varia dal 10% al 50% delle spese sostenute.
Sono ammissibili le spese sostenute dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda. Possono rientrare anche le spese retroattive sostenute a partire dal 16/06/2017 purché attinenti al progetto, non totalitarie, e la cui conclusione sia successiva alla data di presentazione della domanda.

Chi può fare richiesta?
Piccole e medie imprese iscritte al registro delle imprese ad esclusione di alcuni settori (tabacco, pesca e acquacultura, agricoltura)

 

VOUCHER PER LA DIGITALIZZAZIONE

Quali sono le spese finanziabili?
Software e hardware nuovi e/o servizi specialistici per:
- il miglioramento dell'efficienza aziendale;
- la modernizzazione dell'organizzazione del lavoro, tale da favorire l'utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità, tra cui il telelavoro;
- lo sviluppo di soluzioni di e-commerce;
- la connettività a banda larga e ultralarga;
- il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
- la formazione qualificata, nel campo ICT, del personale dell’impresa.

Qual è l’iter per ottenere l’agevolazione?
A partire dalle ore 10 del 30/01/2018 e fino alle ore 17 del 09/02/2018 è possibile inviare la domanda attraverso il sito web del MISE alla sezione “Voucher digitalizzazione”.
La variabile temporale non è un parametro discriminatorio: tutte le domande pervenute, infatti, si considerano arrivate nello stesso momento. La copertura delle domande è prevista a livello regionale. Nel caso le risorse siano insufficienti a coprire tutte le domande pervenute, i fondi verranno ripartiti in proporzione alle richieste.
Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione dei voucher con l’indicazione delle imprese beneficiarie e dell’importo ottenuto.
Le imprese, una volta ottenuta l’assegnazione, possono procedere con gli investimenti finanziati.
Entro 30 giorni dalla data di ultimazione, avverrà l’erogazione dei fondi.

Qual è l’importo finanziabile?
Il voucher non può superare 10.000 euro, e può coprire al massimo il 50% delle spese ammissibili.
Non è cumulabile con altri contributi pubblici concessi sugli stessi costi, mentre è cumulabile con le norme fiscali dell’iper ammortamento e super ammortamento.

Chi può fare richiesta?
Piccole e medie imprese di qualsiasi forma giuridica con sede legale o unità locale sul territorio nazionale, iscritte al Registro delle imprese