PERICOLI E RISCHI IN SERVER ROOM E DATA CENTER

 

In  una sala server o in un data center, rischi e pericoli possono verificarsi in qualsiasi momento del giorno o della notte.
Per questo motivo i parametri ambientali dovrebbero essere misurati e monitorati in modo costante. 

Rischio incendio in sala server
Temperatura, umidità relativa, circolazione dell’aria: sono tutti fattori ambientali con i quali un responsabile IT ha a che fare.
Se l’aria condizionata all’interno di una sala server o del data center si blocca, o funziona male, i server si surriscaldano mettendo in pericolo il sistema informatico e l’archiviazione dati. HDD e dischi SSD hanno, infatti, una temperatura massima di esercizio, superata la quale vi è il pericolo di perdita dei dati, e di un fermo non programmato dei sistemi.
Per non parlare del rischio incendio che può portare alla distruzione totale dell’intera infrastruttura IT.
Ma se le alte temperatura sono una minaccia, anche l’acqua e l’umidità non sono da meno: una piccola perdita può causare un cortocircuito elettrico comportando danni che possiamo immaginare facilmente.

Ogni minuto di downtime  dell’infrastruttura IT può portare l’azienda a sostenere costi importanti e, nel caso di piccole e medie imprese, un’infrastruttura IT distrutta compromette l’esistenza stessa dell’azienda.

È opportuno quindi considerare la sicurezza dell'infrastruttura IT in modo olistico.

Per questo, oltre al monitoraggio dell’ambiente fisico, è necessario monitorare tensione e corrente elettrica.
Didactum offre sistemi di monitoraggio che controllano tutti i fattori critici, e che sono già usati da molti responsabili IT in tutta Europa.
Sono compatibili con SNMPv1 /v2c /v3 funzionano indipendentemente da altri software. Basta accedere semplicemente all'interfaccia web del sistema di monitoraggio con il browser dello smartphone, tablet, PC o notebook, e impostare singole notifiche e allarmi per i diversi sensori (ad esempio per temperatura eccessiva o umidità critica).
Didactum offre un gran numero di sensori IP per il controllo ambientale, la sicurezza e il monitoraggio della potenza.
I sensori intelligenti sono collegati all’unità principale tramite patch cord RJ11 e, grazie alla funzione di autoidentificazione, sono immediatamente riconosciuti dal sistema e visibili nell'interfaccia web.
Per il monitoraggio della temperatura nella stanza del server o nel data center, è possibile definire valori soglia e di allarme a seconda delle diverse criticità.
In caso di perdite o di uscita d'acqua, il sistema invia l’allarme con SMS (modem GSM / LTE o web server SMS richiesti) o tramite trap SNMP al software DCIM o software di monitoraggio in grado di inviare una e-mail (Nagios, OpenNMS, PRTG, WhatsUp Gold, ecc ...).

Il data logger registra i dati del sensore e le variazioni di stato misurate in tempo reale che poi possono  essere esportati e utilizzati per creare report e liste di controllo.

I sensori Didactum possono essere interrogati tramite il comando SNMP (Simple Network Management Protocol), e sono l’ideale per la sorveglianza a distanza di sedi e uffici remoti.

Gli innovativi sistemi di misurazione e monitoraggio Didactum sono disponibili in diverse versioni. Si parte dal sistema Didactum 50 che controlla fino a 2 sensori, al sistema di fascia alta Didactum 500 progettato per grandi server room e data center.

I diversi sistemi si integrano perfettamente, consentendo così di creare una soluzione customizzata secondo le proprie esigenze.

Contattaci per maggiori informazioni

* Campi obbligatori